27 Gennaio 2022
News
percorso: Home > News > Le nostre news

UNA PIAZZA PER IL LAVORO

14-12-2019 13:31 - Le nostre news
10 dicembra a P.zza S.S. Apostoli i sindacati sonoscesi in piazza a Roma per rivendicare il dirittto al lavoro in questo Paese. Sono 160 le vertenze di aziende che si trovano sul tavolo del Ministero del Lavoro. Si è aperta oggi una settimana di assemblee, scioperi e manifestazioni che vedranno coinvolti migliaia di lavoratori. Il segretario Cgil dal palco: “Basta precarietà e licenziamenti. O si lavora tutti insieme o non si va da nessuna parte. I lavoratori sono uniti e chiedono un cambiamento. Ma non si cambia, senza o contro di noi” Bisogna ricostruire il Paese" continua Landini " a partire dal lavoro. Rimettere al centro il lavoro e le persone che lavorano: questa è la bussola. Garantendo i diritti, combattendo la precarietà, facendo ripartire gli investimenti e una vera politica industriale".
Quello di Landini è in realtà "un messaggio rivolto al governo e alle imprese: o si lavora tutti insieme o non si va da nessuna parte. Bisogna ricostruire la fiducia del Paese e dare voce ai giovani", ha detto. Il governo sembrerebbe in effetti intenzionato ad aprire alle richieste di un Patto arrivato dalla stessa Cgil. "Un patto sociale - ha spiegato ancora – significa chiedere a imprese e al governo di mettere al centro il lavoro, la persona, i diritti dei lavoratori. Per affrontare le sfide dell'Innovazione tecnologica serve un piano straordinario di formazione - ha aggiunto - ma per tutto questo occorre un'idea di sistema, una collaborazione di tutti".

Non è un caso, per Landini se “proprio dopo aver programmato queste manifestazioni sono arrivate anche le convocazioni a Palazzo Chigi”. Ma questo è “il momento dei fatti”. “Noi giudichiamo per quello che fanno - ha continuato – e ci mobiliteremo ancora per ottenere i nostri obiettivi”. Obiettivi “molto precisi”, e cioè “cambiare davvero sistema, per far ripartire l'occupazione, difendere sul serio lavoro e impresa”. Un'impresa che però deve “investire e non speculare in finanza”, e che deve correre il rischio di guardare al futuro”. È questo, per i sindacati, “l'unico modo per affrontare la situazione”.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Gentile Signore/a,
ai sensi del D.Lgs. 196/2003, sulla tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, il trattamento delle informazioni che La riguardano, sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e tutelando la Sua riservatezza e i Suoi diritti.
In particolare, i dati idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale, possono essere oggetto di trattamento solo con il consenso scritto dell’interessato e previa autorizzazione del Garante per la protezione dei dati personali (articolo 26).

torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio