29 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > Terna news

Rinnovati gli accordi sul trattamento economico e normativo dei rimborsi spesa

06-11-2019 09:12 - Terna news
E’ stato sottoscritto il 31 ottobre u.s. l’accordo per il rinnovo del trattamento economico
e normativo dei rimborsi spesa per il personale di Terna SpA scaduto il 31 dicembre 2013.
L’intesa conferma sostanzialmente la parte normativa esistente con un importante
avanzamento sul trattamento del personale addetto alla guida di mezzi aziendali. Con il
nuovo accordo anche il personale trasportato avrà diritto allo straordinario,
omogeneizzando il trattamento per tutto il territorio nazionale e creando un
precedente all’interno del settore.
Gli importi fermi al 1° gennaio 2014 sono stati rivalutati del 4% per l’anno 2020 e del 5,15%
per l’anno 2021.
Per il personale che effettua la loro attività imbarcati sulle navi (posa e riparazione cavi
sottomarini, ecc.), in luogo delle piccole spese, è riconosciuta una indennità di € 52,00
per ogni giornata di imbarco dal 1° gennaio 2020 e di € 52,58 dal 1° gennaio 2021.
Per il pregresso viene invece riconosciuto, in forma una tantum, un importo
determinato sulla base dell’incremento del 2,1% di quanto percepito nel periodo dal 1°
gennaio 2014 al 31 dicembre 2019 (rispetto al dato inflazionistico un riconoscimento del
56% degli arretrati, più alto del settore), dei seguenti rimborsi forfetari: ✓ spese vitto e pernottamento (escluso il rimborso del pasto consumato in mensa); ✓ spese chilometriche per l’uso in servizio di mezzo di proprietà del dipendente.
E’ stato altresì sottoscritto il verbale di accordo per la rivalutazione a 4 euro
dell’indennità per il personale chiamato a salire a bordo di elicottero durante le attività
FILCTEM-CGIL FLAEI-CISL UILTEC-UIL Segreterie nazionali
di ispezione visiva e termografica, a decorrere dal 1° gennaio 2020.
L’azienda ha inoltre proposto un verbale di accordo per l’installazione su tutte le vetture
operative e i mezzi speciali di una Black box per l’assistenza agli automobilisti in caso di
SOS per 365 giorni l’anno H24, il monitoraggio e la diagnostica dello status dei mezzi e
una più efficiente gestione dell’autoparco. Da parte sindacale, dopo alcune richieste di
chiarimento e garanzia sul trattamento e gestione dei dati, è stato chiesto il rinvio per
gli opportuni approfondimenti e un passaggio nella Commissione bilaterale salute e
sicurezza.
Sono stati definiti i prossimi impegni, sollecitati dalle organizzazioni sindacali, per una
verifica sull’applicazione del Multiskill, la definizione dell’accordo normativo ed
economico sulla task force in caso di emergenze, l’estensione dello Smart Working e la
disponibilità ad affrontare un’analisi complessiva dell’attività e del trattamento dei
“lavori sotto tensione”.
Infine è stato comunicato un aggiornamento sulle prossime uscite art.4 L.92/2013 e la
sostituzione del portale Sipert per la gestione delle presenze a partire dai cedolini di
gennaio.
In merito ad alcune voci sulla collocazione del Disaster Recovery, l’Azienda ha precisato
che a seguito di precise indicazioni sulla sicurezza del sistema elettrico nazionale è in
corso di valutazione ed approfondimento l’ipotesi di creare un back up “caldo” con
presenza di risorse presumibilmente presso la sede di Firenze, in quanto collocata ad
una distanza adeguata dal Centro Nazionale di Controllo oltre ad essere dotata degli
opportuni spazi e tecnologie. Appena la decisione sarà definitiva sarà avviato il
confronto sulla struttura organizzativa con le organizzazioni sindacali nazionali.
Documenti allegati

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Gentile Signore/a,
ai sensi del D.Lgs. 196/2003, sulla tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, il trattamento delle informazioni che La riguardano, sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e tutelando la Sua riservatezza e i Suoi diritti.
In particolare, i dati idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale, possono essere oggetto di trattamento solo con il consenso scritto dell’interessato e previa autorizzazione del Garante per la protezione dei dati personali (articolo 26).

torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio