15 Giugno 2024
person
Area Riservata Iscritti FILCTEM
visibility
News
percorso: Home > News > Le nostre news

FINE MERCATO TUTELATO: non si capisce l'urgenza

30-11-2023 11:19 - Le nostre news
“Ancora una volta le scelte del Governo penalizzano le fasce più deboli della popolazione: il superamento del mercato tutelato dell'energia elettrica graverà sui cittadini maggiormente in difficoltà, che già soffrono per gli aumenti dell'inflazione. Il balletto e le liti all'interno dello stesso Esecutivo, a parte dimostrare scarsa serietà, appaiono come il tentativo ipocrita di non assumersi le responsabilità di quanto deciso in Consiglio dei Ministri". Così, in una nota congiunta, il segretario confederale della Cgil Pino Gesmundo e il segretario generale della Filctem Cgil Marco Falcinelli.

"Per circa 10.600.000 utenze sul totale dei 31,1 mln di utenze domestiche – spiegano i dirigenti sindacali – ci saranno conseguenze negative, e non si capisce l'urgenza e la tassatività del processo di superamento della maggior tutela, considerando che in termini di percentuale sull’energia consumata, l’attuale segmento del mercato a maggior tutela assorbe solo l’8,7% dei volumi dell’intero mercato elettrico".


"Negli altri paesi è stato favorito il superamento della maggior tutela con un processo spontaneo, in cui il cliente è stato messo nelle condizioni di scegliere autonomamente la compagnia elettrica sulla base di informazioni adeguate", si spiega nella nota. "Le modalità e i tempi decisi dal Governo, invece, a partire dai meccanismi come le aste- concludono Gesmundo e Falcinelli -, possono creare incertezze nei consumatori e avere ripercussioni sui lavoratori del settore, spostando contratti da un operatore all’altro, con le società di vendita che vedranno così variare improvvisamente i propri volumi di lavoro”.
Documenti allegati
Dimensione: 94,42 KB

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Gentile Signore/a,
ai sensi del D.Lgs. 196/2003, sulla tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, il trattamento delle informazioni che La riguardano, sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e tutelando la Sua riservatezza e i Suoi diritti.
In particolare, i dati idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale, possono essere oggetto di trattamento solo con il consenso scritto dell’interessato e previa autorizzazione del Garante per la protezione dei dati personali (articolo 26).

torna indietro leggi Informativa Privacy
 obbligatorio
generic image refresh