20 Giugno 2021
News
percorso: Home > News > Le nostre news

NO ESTERNALIZZAZIONE SERVIZIO ELETTRICO
SUPERARE Art. 177 Codice Appalti

14-05-2021 20:10 - Le nostre news
"Serve superare l'articolo 177 del Codice degli appalti. Esternalizzare l’80 per cento della distribuzione e manutenzione del servizio elettrico avrà forti ripercussioni sull’intero sistema Paese". Si legge in una nota di Filctem-Cgil Roma e Lazio, che sottolinea la grande "partecipazione all’iniziativa del sindacato (più di 350 partecipanti con oltre 950 accessi durante la diretta) organizzata per discutere le conseguenze dell’Art. 177 del Codice degli appalti rispetto al Settore elettrico. Presenti all’iniziativa Giuseppe Gola Ad di Acea, Vincenzo Ranieri Ad di e-Distribuzione, insieme ai responsabili di Utilitalia e di Elettricità Futura, nella veste di Adolfo Spaziani e Filippo Contino, nonché la senatrice Chiara Braga (Pd), l’onorevole Sebastiano Cubeddu (M5s) e il segretario romano Piero Latino (Leu), hanno fatto il punto della situazione insieme a Natale Di Cola, segretario Cgil di Roma Lazio e Ilvo Sorrentino, segretario nazionale della Filctem-Cgil".

"L’art. 177 del Codice degli appalti, obbliga le aziende titolari di concessioni di lavori e di servizi pubblici ad affidare una quota pari all’80 per cento dei contratti di lavori e servizi relativi alla concessioni del servizio di distribuzione mediante procedura ad evidenza pubblica. Esternalizzare l’80 per cento della distribuzione e manutenzione del servizio elettrico avrà forti ripercussioni sull’intero sistema Paese. La destrutturazione del sistema trasformerà realtà fino ad oggi a controllo pubblico in centrali d’appalto - aggiunge Alessandro Borioni, segretario generale della Filctem-Cgil di Roma e Lazio - è proprio nel sistema degli Appalti che si celano i maggiori problemi nel mondo del lavoro del nostro Paese, dal dumping contrattuale ai contratti pirata al massimo ribasso al subappalto".

"Ci saranno ricadute in termini economici, sociali, occupazionali, sugli standard di sicurezza, sulla qualità e continuità del servizio elettrico non ci sarà maggiore concorrenza ma solo un peggioramento della gestione dei servizi essenziali, servizi che sono stati garantiti sempre e comunque, anche durante la pandemia - prosegue il segretario di Roma Lazio Claudio Zinanni - gli investimenti delle aziende dei settori interessati ci sono, e si aggiungeranno a quelli del Pnrr e del Recovery fund, abbiamo bisogno di un processo politico che intervenga su investimenti che durino nel tempo". "Esternalizzare per favorire cosa? - conclude Alessandro Borioni -. Non si può sottovalutare la sicurezza e la continuità del servizio elettrico, la salvaguardia del settore le garanzie di sostenibilità sociale, occupazionale, ambientale, lo sviluppo tecnologico delle imprese del settore deve partire dal superamento dell’art.177. Se la 'norma' non verrà abrogata partirà la mobilitazione!"

Fonte: Agenzia Nova

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Gentile Signore/a,
ai sensi del D.Lgs. 196/2003, sulla tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, il trattamento delle informazioni che La riguardano, sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e tutelando la Sua riservatezza e i Suoi diritti.
In particolare, i dati idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale, possono essere oggetto di trattamento solo con il consenso scritto dell’interessato e previa autorizzazione del Garante per la protezione dei dati personali (articolo 26).

torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio