03 Luglio 2022
News
percorso: Home > News > Le nostre news

STATUTO DEI LAVORATORI: luogo di leggi, di regole, di norme

20-05-2022 15:11 - Le nostre news
Oggi 20 maggio, ricordiamo una data che purtroppo non fa parte della nostra memoria collettiva ma che invece, data la sua rilevanza, dovrebbe esserla.

Il 20 maggio del 1970 entra in vigore lo Statuto dei lavoratori. Fu un passaggio fondamentale, acquisire la consapevolezza in Italia di dotare il lavoro di una serie di diritti. Regolamentare un qualcosa che prima non lo era. Servirono 18 anni da quando nel 1952 una delle figure storiche più importanti per i diritti dei lavoratori in Italia, Giuseppe Di Vittorio, iniziò a denunciare la necessità di regolamentare il lavoro in Italia. Ci vollero battaglie sindacali, cortei, manifestazioni, fasi di avanzamenti e fasi, invece, di passi indietro, prima che nel 20 maggio del 1970 venisse adottata la prima e unica, vera fonte normativa sul lavoro nel nostro Paese. Lo Statuto dei lavoratori, approvato in Parlamento, sanciva di fatto il lavoro diventava un luogo di leggi, un luogo di regole, un luogo di norme.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Gentile Signore/a,
ai sensi del D.Lgs. 196/2003, sulla tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, il trattamento delle informazioni che La riguardano, sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e tutelando la Sua riservatezza e i Suoi diritti.
In particolare, i dati idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale, possono essere oggetto di trattamento solo con il consenso scritto dell’interessato e previa autorizzazione del Garante per la protezione dei dati personali (articolo 26).

torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio