27 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > Le nostre news

Protocollo Governo, Sindacati, Associazioni di categoria.
Il commento di Marco Falcinelli

14-03-2020 22:42 - Le nostre news
Care compagne e cari compagni,

ho appena terminato la riunione, in videoconferenza, con la segreteria della Filctem dopo aver partecipato stamattina alla riunione con la confederazione e i segretari generali delle categorie e delle strutture regionali e delle cdl. Non vi nascondo che, a partire dalla modalità con cui ci parliamo, per noi inusuale, emerge da parte di tutti un sentimento di grande preoccupazione per la situazione che stiamo vivendo. Posso però dirvi che, da parte di tutti è grande la voglia di esserci, in ogni modo, e di lottare per uscire fuori da questa situazione di emergenza.

L'accordo di questa notte sul protocollo per la sicurezza e la salvaguardia della salute dei lavoratori è un indiscutibile passo avanti rispetto alla confusione, generata nella stragrande maggioranza dei casi dalle rigidità aziendali, con cui abbiamo dovuto fare i conti negli ultimi giorni. Certo il protocollo non risolve tutti i problemi ma una condizione la determina in modo chiaro e netto: la salute e la sicurezza dei lavoratori viene prima di qualsiasi logica di profitto. È utile ricordare che non esiste un decreto che blocca le attività produttive e che quindi, fino ad oggi, l'unico strumento che avevamo a disposizione per far valere le nostre ragioni era lo sciopero: oltre il danno la beffa di dover far pagare ai lavoratori questa situazione. I contenuti del protocollo ci consentono di stare in campo con tutte le nostre prerogative e di rivendicarne la loro piena attuazione.

Come categoria in questi giorni abbiamo sottoscritto con alcune nostre controparti avvisi comuni sulle modalità di gestione dell'emergenza: non è stato facile né semplice. Potrete constatare, leggendo il protocollo, che su molte questioni i contenuti dei nostri accordi anticipano quanto definito in linea generale. Abbiamo dovuto, per correttezza di informazione, con alcune aziende minacciare la rottura delle relazioni industriali e la segnalazione alle Prefetture circa i comportamenti non conformi al decreto del Governo. Anche in questi casi, alla fine, siamo riusciti a trovare un'intesa.

Siamo tutti in attesa , ci dicono tra oggi e lunedì , che il Governo emani il nuovo decreto sugli aspetti economici legati all'emergenza : l'insieme delle misure di sostegno al reddito dei lavoratori ,alle imprese, in tutti i settori e in tutto il Paese ,la quantità delle risorse che verranno stanziate saranno determinanti non solo per gestire la fase contingente ma anche per capire quali risposte e con quale velocità saremo in grado di tornare ad essere un Paese competitivo nel quadro dell'economia globale. Ovviamente ci aggiorneremo appena il decreto sarà emesso.

In ultimo, non posso che esprimere grande soddisfazione per come si sta comportando l'intera categoria a tutti i livelli: vi ringrazio tutti, anche a nome della segreteria, per il senso di responsabilità e la capacità che state dimostrando nel gestire tantissime situazioni difficili e nuove.

Noi stiamo facendo tutto il possibile, a tutti i livelli, per essere presenti e far sentire ai lavoratori che il nostro ruolo e la nostra azione non si ferma e non si fermerà. Non siamo degli eroi, i veri eroi sono i lavoratori tutti, a partire da quelli impegnati fino allo stremo nel settore sanitario e ospedaliero, a quelli che ci consentono di avere a disposizione i servizi essenziali. Tutti ci dimostrano ogni giorno tra mille difficoltà il valore della parola LAVORO.

A loro, ai lavoratori tutti, dobbiamo garantire il nostro massimo impegno.

Compagne e compagni tenete duro...andrà tutto bene!

Un forte abbraccio a tutti.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Gentile Signore/a,
ai sensi del D.Lgs. 196/2003, sulla tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, il trattamento delle informazioni che La riguardano, sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e tutelando la Sua riservatezza e i Suoi diritti.
In particolare, i dati idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale, possono essere oggetto di trattamento solo con il consenso scritto dell’interessato e previa autorizzazione del Garante per la protezione dei dati personali (articolo 26).

torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio