28 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > Le nostre news

Adesione della FILCTEM Roma Lazio al
presidio contro la carica subita dai lavoratori
e dirigenti sindacali

03-10-2019 10:59 - Le nostre news

Si e' arrivato allo scontro fisico davanti alla sede di Roma Metropolitane, quando un collaboratore
dell'assessore capitolino alle Partecipate, Gianni Lemmetti, ha tentato di entrare nel palazzo che ospita la societa', il cui ingresso e' presidiato da una cinquantina di lavoratori a rischio licenziamento. Dopo un primo tentativo andato a vuoto, l'uomo si
e' fatto scortare da alcuni agenti di polizia che hanno forzato
il blocco. A farne le spese sono stati i manifestanti dell'ultima
fila del presidio, con sindacalisti e consiglieri comunali del Pd
e di Sinistra italiana. Lo scontro fisico e' stato
particolarmente duro e ha provocato la caduta e il ferimento del
capogruppo di Sinistra Italiana in Campidoglio, Stefano Fassina,
del segretario della Fp Cgil Roma e Lazio, Natale Di Cola, e del
segretario generale della Uil di Roma e del Lazio, Alberto Civica

Massima solidarietà ai nostri compagni – dichiara Alessandro Borioni Segretario generale della Filctem CGIL Roma e Lazio - sollecitato da tanti compagni e compagne che vogliono manifestare tutto lo sdegno di un gesto inconcepibile e violento.
Non ci sono parole giuste per giudicare un mondo, una società, una città come roma, irriconoscibile, sporca, violenta abbrutita, dove le parole solidarietà, diritto e umanità non esistono più.
un grande abbraccio a michele e natale e agli altri compagni aggrediti e feriti, colpevoli solo di avere supportato una pacifica manifestazione di alcuni lavoratori che protestavano per la perdita del proprio posto di lavoro.
la filctem, tutta, è pronta ad aderire a tutte le iniziative che verranno messe in campo per denunciare e contrastare azioni di questo genere


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Gentile Signore/a,
ai sensi del D.Lgs. 196/2003, sulla tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, il trattamento delle informazioni che La riguardano, sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e tutelando la Sua riservatezza e i Suoi diritti.
In particolare, i dati idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale, possono essere oggetto di trattamento solo con il consenso scritto dell’interessato e previa autorizzazione del Garante per la protezione dei dati personali (articolo 26).

torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio